Suggerimenti

Il burro e le sue proprietà nutrizionali

Il burro in cucina e le sue proprietà nutrizionali.

Il burro è la parte grassa del latte, probabilmente uno dei prodotti più antichi ottenuti dal latte.
Si ottiene lavorando energicamente il latte o la panna, operazione definita zangolatura.
Un alimento importante per colture diverse, molto apprezzato per alcuni e meno per altri, forse per la difficile conservazione.

Essendo un alimento costituito in gran parte da grassi, ha notevoli meriti culinari e importanti proprietà nutrizionali.
È un ingrediente importante nelle cucine di quasi tutto il mondo, grazie al suo ricco sapore che dona ai piatti in cui è presente.
L’uso più classico è quello di spalmarlo sul pane per colazione, possibile dal fatto che oltre i 15° il burro diventa spalmabile.
Alla normale temperatura ambientale permette di incorporare diversi ingredienti, dalle spezie, erbette come per esempio l’aglio orsino, ottenendo così un burro aromatizzato.
È essenziale nella pasticceria per la preparazione di torte e biscotti donando quel sapore ricco e intenso.

Pur essendo di un alto grado di grassi, ne fa un alimento differente da altri grassi, ricchi di grassi saturi da derivazione animale come il lardo e lo strutto, quello vegetale come l’olio di palma o di cocco.
Gli acidi grassi presenti nel burro sono più solubili in acqua e vengono assorbiti a livello intestinale per poi proseguire nel fegato dando all’organismo un efficiente funzionamento e carica d’energia.

Il burro deve essere confezionato e conservato con cura.
Conservarlo quindi in frigorifero, mai tenerlo a temperatura ambiente in quanto irrancidisce velocemente.
È un alimento che assorbe facilmente gli odori, perciò deve essere conservato ben avvolto nella sua confezione.

Il burro per eccellenza grazie alle sue proprietà nutrizionali!

Lascia una risposta

Privacy policiy, termini di utilizzo, disclaimer affiliati